Foggia, uva da vino: prezzi a picco

L’Ugl chiede controlli severi e sicurezza nella tracciabilità

 uva

FOGGIA – A picco i prezzi delle uve da vino. L’Ugl suona l’allarme e chiede “controlli severi e sicurezza nella tracciabilità”. Da i prezzi  stellari della scorsa vendemmia, i viticoltori,  che hanno già iniziato le operazioni di raccolta per l’annata  in corso, si vedono inspiegabilmente applicare alle uve da vino consegnate dei prezzi che non rispecchiano il mercato reale e il fabbisogno effettivo. La  Ugl-Coltivatori di Foggia chiede  a gran voce a tutti  gli organi  competenti  che vengano effettuati controlli severi  affinché  vengano  accertate, qualora sussistano, eventuali frodi nel settore vinicolo  soprattutto  in merito alla vinificazione di uve  da tavola procedura illecita come stabilito dalla normativa comunitaria. “In tal senso – si legge in una nota – è fondamentale  sostenere, da parte di tutti i  gli attori del settore, l’impegno a controllare le produzioni vinicole a tutti i livelli: dalla cantina allo scaffale. I controlli non devono rimanere un fatto sporadico ma un modus operandi costante e sistematico per contrastare frodi, sofisticazioni e adulterazioni di ogni genere.  E’ necessario  usare “tolleranza zero” nei confronti degli autori delle truffe e degli “inganni a tavola”, che minano la credibilità di uno dei più importanti  settori dell’agroalimentare foggiano”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+