Foggia, va a zonzo mentre è ai domiciliari per rapina: arrestato figlio di un boss

Foggia, va a zonzo mentre è ai domiciliari per rapina: arrestato figlio di un boss

FOGGIA – I carabinieri hanno tratto in arresto Rocco Moretti, classe 1997, figlio di Pasquale e nipote di Rocco, esponenti di primissimo piano del clan “Moretti-Lanza”.

Il 19enne è stato sorpreso dai militari mentre si trovava fuori dalla propria abitazione, in violazione della misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto da pochi mesi dopo un lungo periodo di detenzione in carcere.

Moretti Rocco era stato arrestato nel febbraio scorso poiché responsabile dei reati di detenzione illecita di armi, ricettazione e rapina. Nello specifico, nel corso di una perquisizione all’interno del suo box, sono state recuperate armi e refurtiva, nonché l’auto e le tute utilizzate per una rapina perpetrata pochi giorni prima presso il Bar Antonaccio di Via Grecia a Foggia. La rapina fu particolarmente efferata in quanto tre persone (in concorso con una quarta rimasta a bordo di un’autovettura predisposta per la fuga) armate di pistole e un fucile a canne mozze avevano fatto irruzione all’interno del bar con i volti travisati e indossando tute da imbianchini. La perquisizione ha consentito di rinvenire  tutte le armi, ovvero una pistola Beretta calieri 7.65 con matricola abrasa, un fucile a canne mozze, la Fiat Bravo (provento di furto) usata per mettere a segno il colpo, tre motociclette rubate, e parte del bottino (tabacchi, accendini, macchinetta cambia soldi), le tute da imbianchino, i passamontagna e guanti in lattice.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display