Foggia, Vertenza Lsu: il 19 gennaio sit-in dei lavoratori sotto la prefettura

Foggia, Vertenza Lsu: il 19 gennaio sit-in dei lavoratori sotto la prefettura

FOGGIA – Sono 244 in provincia di Foggia i lavoratori impegnati in progetti socialmente utili o di pubblica utilità che dopo anni di lavoro negli enti locali in funzioni e servizi per i cittadini rischiano di rimanere per strada a causa di inspiegabili scelte del Governo. A denunciarlo sono le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil di Foggia che hanno indetto per giovedì 19 gennaio, a partire dalle ore 10, un sit-in sotto la sede della Prefettura in Corso Garibaldi.

“La vicenda è tristemente nota – spiegano le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil – tant’è che la Corte dei Conti ha stabilito che impegni di sostegno al reddito non potevano essere prorogati indicando per questi lavoratori percorsi di stabilizzazione. Un problema che il Governo ha scaricato sulle Regioni e sui Comuni. L’ultima Legge di stabilità e il maxi emendamento di correzione non ha previsto alcuna forma di sostegno economico per i lavoratori Lsu, e la Regione Puglia in attesa dell’incontro Stato-Regioni ha stabilito una copertura economica per il solo mese di gennaio 2017. Il rischio è che dopo 20 anni di precariato – proseguono le Segreterie territoriali – questi lavoratori possano trovarsi senza più un reddito e un impiego, pur avendo svolto prestazioni spesso essenziali per le comunità locali”.

“Una situazione di grave incertezza che ha spinto – sottolienano Cgil, Cisl e Uil – a indire la manifestazione del 19 gennaio per la quale, data la straordinarietà del momento, si invitano i Comuni a non ostacolare la presenza dei lavoratori e impegnandosi affinché siano predisposti turni che non ne limitino la partecipazione. Una delegazione di rappresentanti sindacali e lavoratori – concludono le Segreterie territoriali – chiederà al Prefetto un incontro nel corso del quale rappresentare la drammaticità della situazione, affinché si rappresenti al Governo nazionale le emergenze di carattere sociale connesse alla vertenza Lsu”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+