Foggia, “vertenza Zooprofilattico”: protesta senza fine

Le rappresentanze sindacali sono state ricevute dal prefetto

 

 

FOGGIA – Continua lo stato di agitazione dei lavoratori  dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale di Foggia. Le rappresentanze sindacali  sono state ricevute dal prefetto di Foggia per discutere sulla  vertenza che ha determinato la proclamazione dello stato di agitazione del personale nell’assemblea unitaria dei giorni scorsi. “Al prefetto – si legge in una nota – sono state  ampiamente illustrate , da parte della Cisl Fp  e delle altre organizzazioni sindacali presenti, le ragioni che il sindacato pone alla base della vertenza e cioè la mancanza di chiarezza e incertezza sugli organismi decisionali che stanno destando allarme e preoccupazione  sul destino che si sta profilando sia per l’attività specifica in materia d’igiene e sanità pubblica veterinaria, con effetti anche sulla salute pubblica nel controllo degli alimenti e delle malattie animali trasmissibili all’uomo, sia anche per le prestazioni svolte dai dipendenti e dei loro diritti contrattuali”. Il Ministero della salute, per il tramite del Dipartimento della sanità pubblica veterinaria e della sicurezza alimentare, ha convocato per il 7 novembre 2013 una riunione con le organizzazioni sindacali. 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+