Foggia, violenza sessuale e pedopornografia minorile: preso

La vittima è una ragazzina di 14 anni contattata dall’indagato su un social network

 marmorino

FOGGIA – Dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata, pornografia minorile e divulgazione di materiale pedopornografico, Aldo Marmorino, 28enne incensurato, arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa da un gip lombardo. La vittima è una minorenne di soli 14 anni. Nel mese di settembre dello scorso anno la mamma della ragazzina aveva denunciato di aver trovato nel profilo di un social network della figlia alcuni messaggi di natura sessuale. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di accertare che la minorenne era stata contattata nel precedente mese di agosto dall’indagato il quale, dopo averla lusingata con alcuni complimenti, aveva iniziato a chiederle l’invio di una fotografia che la ritraesse nuda. Al rifiuto della ragazzina Marmorino avrebbe insistito, riuscendo ad ottenere quanto richiesto con la promessa che non l’avrebbe più infastidita. In realtà, una volta che la vittima aveva assecondato la richiesta, il 28enne, minacciando di pubblicare sul social network le foto ricevute, l’avrebbe costretta nonostante i reiterati rifiuti, a porre in essere atti di autoerotismo davanti ad una webcam. Vani i tentativi della vittima di interrompere quel tipo di comunicazioni anche per il timore di essere scoperta dai genitori. Puntualmente la reiterazione delle minacce di pubblicare quanto già in possesso inducevano la ragazzina a cedere alle richieste.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+