Lucera, chiedevano soldi a una ditta di smaltimento rifiuti: tre arresti

Lucera, chiedevano soldi a una ditta di smaltimento rifiuti: tre arresti

LUCERA – I carabinieri hanno arrestato tre persone di Lucera per reati di estorsione, danneggiamento, porto e detenzione illegale di armi. Si tratta di Angelo Buffalo (classe 1990), Giovanni Palazzo (classe 1970) e Mario Selvaggio (classe 1975).
L’indagine si è sviluppata attraverso un’attività articolata di osservazione, controllo e pedinamento sul territorio ed ha permesso l’identificazione dei tre uomini che, in un arco temporale compreso tra il maggio e il luglio 2016, perseguitavano due coniugi titolari di una ditta di smaltimento rifiuti di Volturino con diversi atti intimidatori a fini estorsivi.
In particolare, i tre sono ritenuti responsabili di aver dato alle fiamme un autocompattatore dell’impresa il 7 maggio 2016, di aver danneggiato l’autovettura delle vittime esplodendo contro di essa cinque colpi d’arma da fuoco il 18 maggio ed, infine, di aver lanciato una bomba carta all’interno della recinzione delimitante la proprietà della ditta il 22 giugno.
I tre indagati accompagnavano gli atti intimidatori con telefonate o invio di sms da alcune cabine telefoniche ubicate a Lucera, attraverso le quali intimavano alle vittime la consegna di 300.000 euro minacciandoli di morte qualora non avessero assecondato la richiesta.
Nel corso della perquisizione domiciliare a carico di Angelo Buffalo, i militari rinvenivano nel suo garage 26 proiettili calibro 9 e nella sua abitazione un foglietto con scritti il numero di telefono della ditta e quello del cellulare della vittima, aggravando ancor di più la posizione degli indagati.
Gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display