Lucera, il 22 agosto Enzo Avitabile in concerto con lo spettacolo “Acoustic World”

Lucera, il 22 agosto Enzo Avitabile in concerto con lo spettacolo “Acoustic World”

LUCERA – Dopo i successi del “Festival Rockin’ Lucera” e del concerto della Premiata Forneria Marconi quale evento conclusivo delle Feste Patronali 2017, la città di Lucera si appresta a chiudere nel migliore dei modi questa stagione estiva di musica dal vivo.
Martedì 22 agosto si esibirà infatti sul palco di Piazza Matteotti il genio polistrumentista di Enzo Avitabile che, a partire dalle 21.30, proporrà al suo pubblico lo spettacolo dal vivo “Acoustic World”, progetto con il quale l’artista napoletano ripercorrerà in chiave acustica gli ultimi dodici anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti di maggiore successo. Un incontro “intimo” nel quale guiderà il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale, che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della “World Music” e probabilmente l’artista italiano più rappresentativo di questo genere.
Sul palco: Enzo Avitabile alla voce, arpina, fiati e tamburo; Gianluigi Di Fenza alla chitarra ed Emidio Ausiello alle percussioni.
“Il Conservatorio. Il pop. Il ritmo afro-americano. La musica antica della pastellessa e della zeza e il canto sacro. Enzo Avitabile ha vissuto nella ricerca di un suono inedito, non solamente originale ma vitale ed essenziale. Demolendo ogni sovrastruttura mercantile, ogni moda”. Così parla di sé Avitabile, compositore, polistrumentista ed autore di pluripremiate colonne sonore cinematografiche (ricordiamo il recente successo ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento con “Indivisibili”) nato a Marianella, quartiere popolare di Napoli nel 1955 e che da Napoli è partito per la sua ricerca di uomo e artista.
Il concerto, a cura del Comune di Lucera in collaborazione con l’Associazione “Ultima Fermata” è completamente gratuito ed aperto al pubblico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+