Lucera, nuova “casa” per Dialisi e Oncologia

E sul territorio campagne di prevenzione delle patologie renali e per la diagnosi precoce dell’hpv

 

LUCERA – La “Casa della salute” di Lucera, frutto della riorganizzazione dell’ospedale “Lastaria”, si è arricchita di una nuova sede per le Unità operative di Dialisi e di Oncologia. 18 posti-rene a disposizione per la Dialisi, “letti tecnici”, di cui 14 saranno occupati su due turni giornalieri, a coprire le necessità di 56 dializzati complessivi provenienti dalla città di Lucera e dal territorio del Subappennino dauno. 4 posti-rene saranno, invece, riservati agli “ospiti”, turisti o utenti di passaggio con necessità specifiche, presenti sul territorio soprattutto nel periodo estivo. Caratterizzata dalla doppia attività, dialitica e ambulatoriale di prevenzione, svolta in locali distinti, l’Unità operativa dispone di un ecografo e apparecchiature strumentali utili ad effettuare indagini precoci di patologie renali. L’Unità operativa di Dialisi, il cui responsabile è il nefrologo Mimmo Vigilante avrà, al suo interno, 3 medici e 14 infermieri, la cui attività potrà essere coadiuvata dalle altre unità operative presenti in loco, quali Radiologia, Laboratorio analisi, Chirurgia e Medicina interna. I locali sono a norma e rispondono di tutti i requisiti di sicurezza previsti dalla normativa. Sono stati aperti infatti solo dopo aver superato una serie di controlli di collaudo tecnico e igienico-sanitario.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+