Lucera, soppressione Tribunale: il Governo ci ripensi

E’ l’appello lanciato da Cgil di Capitanata, Funzione pubblica provinciale e Camera del lavoro

LUCERA – Si estende la protesta contro la soppressione del Tribunale di Lucera. “Non tagliare presidi di legalità in una provincia dove la criminalità organizzata esercita una forte influenza sul sistema economico. il Governo ci ripensi”.  E’ quanto ribadiscono la Cgil di Capitanata, la Funzione pubblica provinciale e la Camera del lavoro di Lucera a proposito della soppressione del Tribunale del centro federiciano, nell’ambito del piano di spending review che riforma la geografia degli uffici giudiziari, cancellando anche sezioni distaccate e uffici dei giudici di pace, accorpati a sedi più grandi. “Procedere con la scure senza valutare caso per caso, territorio per territorio, coinvolgendo uffici meno utili ed altri indispensabili, non è logico e non ha come si sarebbe portati a credere un effettivo ritorno economico, perché non si conteggia il danno sociale che questo arretramento comporta. E’ il caso del Tribunale di Lucera, che agisce su un territorio dove la lotta all’illegalità reclama invece di una maggiore presenza dello Stato”, sottolineano Cgil, Fp e Camera del lavoro cittadina.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+