Lucera, soppressione Tribunale: la protesta non si ferma

Domani lenzuolata con duemila palloncini, appuntamento nella zona del Palazzo di giustizia

LUCERA – Non si ferma la protesta contro la soppressione del Tribunale di Lucera. Domani il centro federicianosarà teatro di una manifestazione pubblica, definita dai promotori “unitaria e contemporanea” alle sedi del Gruppo per i sei tribunali da salvare. Il flash mob prevede la partecipazione di tutti i cittadini. Alle ore 17.30 raduno in piazza Tribunali, definito la “nostra casa” dai giovani legali, che hanno organizzato l’iniziativa affiancandosi ai colleghi di maggior esperienza e non solo.  Il corteo cittadino si muoverà alle ore 18.30, con l’esibizione e lo sventolio di un lenzuolo bianco, simbolo di giustizia e speranza, attraverso le strade più centrali, con sosta in piazza Duomo e conclusione nello spiazzo antistante il Palazzo di giustizia. A seguire i messaggi dei rappresentanti accreditati e il lancio di duemila palloncini bianchi con uno slogan teso al recupero degli uffici giudiziari lucerini. In chiusura un concerto tenuto da band giovanili come è stato sabato scorso. “Il Tribunale di Lucera non è morto e, dunque, non vi è nessun funerale da celebrare”. Lo ha ribadito l’avvocato Antonio Santacroce, segretario della Camera Penale sveva, richiamando alla massima attenzione l’opinione pubblica nella cittadina federiciana e del suo circondario.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+