Lucera, un nuovo modello di assistenza a domicilio

Il progetto sarà presentato venerdì 14 giugno

 

 

LUCERA – Sarà presentato venerdì 14 giugno, alle ore 18, presso il Teatro “Garibaldi” di Lucera, il servizio di monitoraggio di soggetti fragili. Si tratta di un nuovo modello di assistenza a domicilio approntato dall’Ambito rerritoriale “Appennino Dauno Settentrionale”, del quale fanno parte i comuni di Alberona, Biccari, Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Lucera (Comune capofila), Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, San Marco La Catola, Roseto Valfortore, Volturara Appula e Volturino. Il progetto e i relativi servizi che saranno offerti (telesoccorso, telecontrollo, teleconforto e telemedicina oltre ad altri servizi complementari di utilità varia, soprattutto sociale, organizzati in funzione delle diverse necessità) mirano a migliorare la qualità della vita delle persone, garantendo più sicurezza ed assistenza immediata, personalizzando il servizio su caratteristiche e abitudini di ognuno e contribuendo a ridurre sensibilmente i costi delle pubbliche amministrazioni, spesso costrette a istituzionalizzazioni precoci e ricoveri impropri. 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+