Manfredonia, arrestata maestra di scuola materna per maltrattamenti di minori

Manfredonia, arrestata maestra di scuola materna per maltrattamenti di minori

MANFREDONIA – Nella giornata odierna gli agenti del commissariato di Manfredonia hanno arrestato una maestra di scuola materna, di anni 61, per maltrattamenti di minori affidati per ragioni di istruzione.

L’attività di indagine era partita dalla segnalazione di un istituto scolastico riguardo a presunti episodi di maltrattamenti posti in essere da una insegnante nei confronti di alcuni alunni, dei quali ne aveva l’affidamento per ragioni di istruzione.

Al fine di verificare la veridicità dei gravi fatti segnalati, gli agenti hanno installato delle telecamere all’interno dell’aula dove, secondo quanto appreso, si verificavano gli episodi di maltrattamenti.

L’attività di monitoraggio audio e video consentiva di documentare numerosissimi episodi di maltrattamenti nei confronti dei bambini di età compresa tra i 3 ed i 5 anni, alunni dell’insegnante indagata.

La maggior parte degli episodi di percosse messi in atto dalla maestra si manifestavano con degli schiaffi sulla testa dei bambini seguiti o preceduti da strattoni per le braccia che, senza dubbio, provocavano dolore considerata la loro tenera età.

A scatenare gli atteggiamenti irruenti dell’insegnante era la circostanza in cui i bambini disattendevano alle intimazioni di restare seduti ed in silenzio.

In alcuni casi i  bambini oggetto di percosse, erano “colpevoli” solo di aver sbagliato a colorare o a disegnare oppure erano stati particolarmente “vivaci”.

I gravi indizi di colpevolezza a carico dell’insegnante, raccolti grazie alle indagini svolte dagli agenti del commissariato di Manfredonia, permettevano alla Procura della Repubblica di Foggia di richiedere ed ottenere il provvedimento di custodia cautelare nei confronti dell’indagata.

Al termine delle formalità di rito, l’insegnante veniva sottoposta al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display