Manfredonia, arrestato marito violento

E’ accusato di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale continuata nei confronti della moglie

 

MANFREDONIA – In più occasioni avrebbe maltrattato la moglie, minacciandola di morte e cacciandola anche di casa  e accusandola di essere la rovina della famiglia e di ”valere meno di 20 euro”.  Gli agenti del commissariato di Manfredonia hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari  nei confronti di un 52enne del luogo, accusato di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale continuata nei confronti della moglie. La vittima ha denunciato anche di essere stata costretta a subire violenze sessuali. Dalle indagini è emerso inoltre che i figli erano costretti ad assistere agli episodi di violenza fisica e verbale nei confronti della madre. Quando i ragazzi intervenivano per difendere la madre l’uomo li minacciava  “altrimenti, se la sarebbe presa anche con loro, rendendo abitualmente così afflittivi ed avvilenti i rapporti con la moglie e con i figli, inducendoli a disturbi di natura psicologica e psichiatrica”. Il racconto della donna è stato confermato dalla relazione del Consultorio familiare dell’Asl di Manfredonia, “nella quale si dà atto del malessere psicologico che affligge la persona offesa dal 2001 la cui causa sarebbe da ricercare, tra l’altro, proprio nei dissidi con il marito e negli atteggiamenti prevaricatori e violenti dello stesso”.
Nei confronti del 52enne è stata disposta la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, prescrivendogli di lasciare immediatamente l’abitazione e di non accedervi senza l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria, di non avvicinarsi alla moglie e ai figli, né ai luoghi abitualmente dagli stessi frequentati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+