Manfredonia, Contratto d’area: licenziati 900 lavoratori

Il deputato Bordo (Pd) lancia l’appello al ministro Giovannini

 

MANFREDONIA – “Il ministro Giovannini convochi urgentemente un tavolo di confronto per individuare e adottare misure idonee ad assicurare una soluzione e una prospettiva occupazionale ai circa 900 lavoratori licenziati dalle aziende del Contratto d’area di Manfredonia”. Lo afferma l’on. Michele Bordo, deputato del Pd e presidente della Commissione politiche Ue, che ha inviato una lettera al ministro del lavoro per “sollecitare la sua necessaria attenzione ad una vertenza che sta provocando anche tensioni sociali nei Comuni interessati”. “La mia sollecitazione al ministro del Lavoro si aggiunge a quella più che opportuna fatta dal prefetto di Foggia – continua Bordo – che ha raccolto il drammatico allarme di organizzazioni sindacali e sindaci di Manfredonia, Mattinata e Monte Sant’Angelo. In gioco c’è il destino di centinaia di famiglie per le quali la crisi finanziaria e industriale è un incubo che dura già da anni. Mi aspetto dal ministro Giovannini un rapido e positivo riscontro alla mia richiesta di convocare un tavolo di confronto – conclude Michele Bordo – ed un altrettanto positivo impegno a trovare soluzioni normative e risorse finanziarie per fronteggiare questa emergenza sociale”. 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+