Manfredonia, differenziata: trend positivo, aumentano i controlli sul territorio e sul servizio

Manfredonia, differenziata: trend positivo, aumentano i controlli sul territorio e sul servizio

MANFREDONIA – Continua l’exploit positivo della differenziata. La raccolta, infatti, ha prodotto risultati importanti, con un balzo dal 10% al 62% (dato registrato nel mese di giugno) e la riduzione del 10% della produzione pro-capite di rifiuti.
Il Comune ha pensato di alzare il tiro intensificando i controlli sul territorio e sullo stesso servizio. Ecco dunque fioccare le multe per i furbetti del sacchettino, con controlli predisposti dal comandante dei vigili urbani Tommaso Castrignano che stanno interessando a tappeto attività commerciali e produttive. Ben tre ieri le attività artigianali sorprese a non conferire correttamente e quindi sanzionate. Predisposte inoltre attività con agenti della Polizia Locale chiamati a vigilare anche in borghese.
“L’intensificazione dei controlli non vuole essere una spedizione punitiva, ma semplicemente un deterrente al fenomeno degli abbandoni e della mancata differenziazione dei rifiuti che porta degrado e costi che ricadono su tutta la collettività”, è il commento del Sindaco Angelo Riccardi.
Lo scorso primo agosto è stato sottoscritto presso Palazzo San Domenico un protocollo di intesa tra Comune di Manfredonia, Comando dei Vigili Urbani e Ase che prevede sanzioni, graduate a seconda della gravità, a carico dell’Ase in caso di esecuzioni non conformi.
“Siamo certi che gli operatori dell’Ase continueranno con impegno lo svolgimento del proprio lavoro”, ha dichiarato l’assessora all’Ambiente Innocenza Starace, evidenziando l’immane attività che vede coinvolta quotidianamente l’azienda dall’inizio del porta a porta in una città come Manfredonia.
Il protocollo, novità assoluta nel suo genere, è stato il frutto delle numerose riunioni tematiche tenutesi tra l’azienda incaricata del servizio ed il settore Ambiente del Comune, nelle persone del dirigente Antonello Antonicelli e dell’assessora Starace, tese a calibrare meglio natura e modi in cui svolgere il servizio della differenziata.
Ecco in sintesi quanto prevede il protocollo. L’azienda ecologica sipontina provvederà a trasmettere periodicamente al Comando di Polizia Municipale i report dei servizi di raccolta, trasporto, smaltimento e spazzamento dei rifiuti ed eventuali interventi straordinari. Al termine dell’attività il Comando eseguirà delle verifiche per attestare la regolare esecuzione del servizio. In caso di non conformità si procederà ad una prima contestazione invitando l’Ase a provvedere nel termine perentorio di 24 ore ad eseguire correttamente quanto contestato. Alla terza contestazione nel corso del mese in esame, oltre ad eseguire il servizio correttamente nel termine perentorio delle 24 ore, il Comune applicherà ad Ase specifiche multe a seconda della tipologia di servizio contestato, con somme che variano dai 50 ai 1000 euro. Le multe saranno decurtate dai versamenti effettuati dal Comune all’Azienda.
Insomma, la raccolta differenziata a Manfredonia continua a procedere a tutto spiano, grazie all’impegno di Ase e cittadini, questi ultimi ormai consapevoli dell’importanza del servizio per promuovere la sostenibilità ambientale ed il decoro della città. Ed ora, con le ultime iniziative intraprese, si conta di raggiungere a breve nuovi importanti traguardi, superando anche le ultime criticità ancora presenti sul territorio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+