Manfredonia, Fai-Cisl: “Garantire la Cigs a tutti i lavoratori della pesca”

Manfredonia, Fai-Cisl: “Garantire la Cigs a tutti i lavoratori della pesca”

MANFREDONIA – “Il Governo batta un colpo sui lavoratori della pesca improvvisamente e impropriamente esclusi dalla cassa integrazione. Urge un intervento risolutivo che accolga le istanze rappresentate in maniera forte e unitaria dalle parti sociali di categoria sui tavoli istituzionali”. Lo afferma in una nota Silvano Giangiacomi, segretario nazionale della Fai Cisl, in merito alla esclusione di alcune categorie di lavoratori imbarcati dalla fruizione della Cassa integrazione guadagni straordinaria in deroga. “Del tutto inaccettabile – aggiunge Giangiacomi – che migliaia di addetti vengano esclusi dal sostegno degli ammortizzatori sociali solo perché titolari di quote dell’imbarcazione dove lavorano con regolare contratto da dipendente. Questi pescatori sono tenuti al versamento di tutti gli oneri previdenziali, fiscali ed assistenziali, come i lavoratori subordinati, e tali vanno considerati. Ad indicarlo anche specifiche risoluzioni ed indicazioni del ministero del Lavoro e delle Finanze.

Nei giorni  scorsi l’Inps di  Manfredonia ha erogato i pagamenti  della cassa integrazione in deroga  con  la valuta  14 ottobre 2016 solo ai lavoratori  di Cooperative essendo lavoratori subordinati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+