Manfredonia, fermato per un controllo: deve scontare oltre quattro anni di reclusione

Manfredonia, fermato per un controllo: deve scontare oltre quattro anni di reclusione

MANFREDONIA – I carabinieri, nel corso di un controllo effettuato in località Borgo Mezzanone, insospettiti da un uomo che si aggirava a piedi nei pressi di un casolare, hanno deciso di sottoporlo a controllo, verificando che si trattava di un 55enne di Orta Nova, poi identificato in Picchiarallo Gabriele, su cui è emerso “pendere” un provvedimento dell’autorità giudiziaria di Trieste, che ne disponeva la carcerazione.

Condotto quindi in caserma per gli ulteriori accertamenti, si è verificato che, qualche giorno prima, l’Ufficio esecuzioni penali della procura della Repubblica di Trieste, cumulando diverse sentenze già emesse a suo carico, ne aveva ordinato la carcerazione per una pena residua complessiva e definitiva pari a quattro anni, sei  mesi e otto giorni di reclusione.

Il cumulo tratta solo una parte dei reati commessi da Picchirallo, e cioè quelli già giudicati con sentenza definitiva, quali associazione per delinquere, truffe aggravate, falsità materiali ed ideologiche, accessi abusivi a sistemi informatici, contraffazione di sigilli, sostituzione di persona, reati in violazione dei beni culturali e furto aggravato, che vanno dal 2007 al 2010, tutti commessi nelle province di Taranto, Foggia e Udine.

Al termine delle formalità di rito per Picchiarallo si sono aperte le porte del carcere di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display