Manfredonia, il comune chiede la verifica del depuratore a seguito di segnalazioni

Manfredonia, il comune chiede la verifica del depuratore a seguito di segnalazioni

MANFREDONIA – E’ partita giovedì 22 giugno 2017 la richiesta da parte del Comune di Manfredonia affinché si possano verificare “possibili sversamenti di reflui non trattati dal depuratore di Manfredonia”, dichiara l’assessora all’Ambiente, Innocenza Starace.
Le segnalazioni sono state fatte da più cittadini e associazioni, oltre che dai gestori di alcuni villaggi della Riviera
Sud, e hanno portato gli amministratori ad interpellare diversi enti, ognuno per le proprie competenze: Acquedotto Pugliese, Carabinieri Forestali, Arpa, Polizia Provinciale, Polizia Locale,
Capitaneria di porto e, per conoscenza, anche la Procura della Repubblica.
L’assessora Starace spiega che “in questi giorni sono pervenute a questo assessorato all’Ambiente diverse segnalazioni di sversamenti di reflui maleodoranti e di colore marrone dalla condotta di scarico del depuratore di Manfredonia, gestito dall’Acquedotto Pugliese, e lo  scarico – precisa – è posto sul lato destro del Candelaro, presso il ponte della Strada delle Saline, a poche
centinaia di metri dalla foce”.

“L’esistenza di eventuali sversamenti potrebbe essere foriera di
reflui non opportunamente trattati – prosegue l’assessora – e, quindi, pericolosi per la salute dei cittadini e per l’ambiente. In ragione di ciò – conclude Starace -, l’Amministrazione comunale ha chiesto agli enti interessati di valutare l’opportunità, per quanto di competenza di ciascuno, di effettuare controlli ed eventualmente sanzionare ogni condotta illecita, riferendo al sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, per ogni attività conseguente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display