Manfredonia, l’Amministrazione comunale ha incontrato i lavoratori Ase

Manfredonia, l’Amministrazione comunale ha incontrato i lavoratori Ase

MANFREDONIA – L’Amministrazione comunale ha incontrato i lavoratori Ase.
“L’Ase va preservata e potenziata, perché è divenuta, ormai, punto di riferimento per il nostro Aro e, magari, anche per altri territori, in un futuro prossimo”. E’ così che ha esordito il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, nell’assemblea con i lavoratori dell’Ase chiesta dall’Amministrazione comunale e svoltasi questa mattina, a margine dell’approvazione del bilancio Ase, con la presenza del sindaco, appunto, dell’assessora all’Ambiente, Innocenza Starace, dell’amministratore unico, Adriano Carbone, del consigliere comunale con delega alle ‘Società partecipate’, Arturo Gelsomino.
Il primo cittadino, rendendo noto che la raccolta differenziata ha raggiunto la ragguardevole soglia del 61,20% (dato riferito al 15 giugno 2017), ha riconosciuto che tali meriti sono attribuibili alla cittadinanza ed a coloro i quali lavorano per “l’unica azienda in house della nostra provincia”. Ha, appunto, ringraziato i lavoratori che si stanno sacrificando per cercare di garantire un servizio il più possibile corrispondente alle aspettative della cittadinanza, ma ha anche stigmatizzato l’atteggiamento poco responsabile di chi si risparmia credendo, a torto, di poter continuare con un simile atteggiamento indolente.
“Dimentichiamo, come comunità, che la città è nostra, che appartiene ad ognuno di noi. Preoccupa, infatti, la constatazione – ha detto a questo proposito il sindaco – che la città è più sporca. E’ proprio in virtù di ciò
che chiedo a tutti voi un ulteriore sforzo, posto che l’azienda deve necessariamente organizzarsi meglio
per fornire i servizi a cui è preposta e divenire sempre più protagonista in tutta la provincia”.
L’assessora all’Ambiente, Innocenza Starace, biasimando “il grado di inciviltà di alcuni concittadini, che vanificano, in parte o totalmente, quanto di buono, invece, fanno sia i lavoratori Ase e sia la maggior parte della cittadinanza”, ha ringraziato gli operatori ecologici stessi “per la fatica quotidiana”, rivolgendo loro l’invito a collaborare “anche sensibilizzando i cittadini e, quando è il caso, segnalando alla Polizia municipale quello che non va”.
Nel corso dell’incontro sono state sollevate, da parte dei lavoratori, alcune criticità che, però, “pertengono all’azienda, anziché all’Amministrazione comunale”, come ha fatto notare il sindaco Riccardi. “Un’azienda
– ha spiegato meglio – alla quale abbiamo chiesto di redigere un piano aziendale, che dovrà essere presentato entro il 15 settembre prossimo, proprio per comprendere come e dove può intervenirel’Amministrazione, per far sì che l’Ase possa raccogliere al meglio le sfide alle quali sarà chiamata nel
futuro prossimo”.
“Ringrazio davvero tutti coloro – ha concluso Angelo Riccardi – che concorrono attivamente al decoro della
nostra città, così come invito tutti a fare meglio. E’ la città che ce lo chiede”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+