Manfredonia, sequestro di persona, lesioni e porto abusivo di armi: arrestato 23enne

Manfredonia, sequestro di persona, lesioni e porto abusivo di armi: arrestato 23enne

MANFREDONIA – Ieri mattina i carabinieri hanno tratto in arresto Chiarista Francesco, 23enne di Manfredonia, in esecuzione di un’ordinanza restrittiva per i reati di sequestro di persona, tentata violenza privata, lesioni aggravate e continuate e porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere, dichiarandolo altresì in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.
I reati contestati a Chiarista Francesco, nell’ordinanza restrittiva del Gip, si riferiscono alla notte compresa tra il 24 ed il 25 settembre 2016, quando per futili motivi, il ragazzo aveva causato a tre  giovani, che si erano riuniti con alcuni amici in Manfredonia per trascorrere il sabato sera, lesioni personali aizzando contro di loro il suo cane di razza Pit Bull, oltre ad accoltellare uno di loro ad un gluteo con un coltello a serramanico che portava con sé. Proprio nei confronti di questi, Chiarista lo aveva trascinato contro la sua volontà all’interno di un locale sipontino dove, una volta in disparte, lo aveva costretto a denudarsi.  Il giovane ferito aveva perso i sensi ed era stato trascinato ancora una volta da Chiarista presso la sua abitazione, dove nel frattempo la vittima aveva ripreso conoscenza al sopraggiungere dei carabinieri (nel frattempo allertati ed intervenuti nel locale Pronto Soccorso dove si erano recati gli altri giovani feriti), che bussavano inutilmente alla porta di casa, chiusa a chiave, senza avere risposta. Chiarista aveva simulato la sua assenza, trattenendo la vittima e costringendola a rimanere in silenzio e non chiedere aiuto.
Le indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di fare piena luce sull’accaduto e di accertare le responsabilità di Francesco Chiarista in merito ai reati a lui contestati.
Una volta rintracciato per le strade di Manfredonia con il suo cane, Francesco Chiarista si è opposto con violenza ai militari, ma una volta immobilizzato Francesco Chiarista è stato arrestato e tradotto presso il carcere di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display