Manfredonia, sottoscritto protocollo con mondo volontariato per contrastare l’abbandono dei rifiuti

Manfredonia, sottoscritto protocollo con mondo volontariato per contrastare l’abbandono dei rifiuti

MANFREDONIA – L’unione fa la forza, recita un noto adagio che calza perfettamente con quello che sta avvenendo a Manfredonia, in tema di protocollo per contrastare l’abbandono dei rifiuti. “Con l’avvio della raccolta differenziata – afferma il sindaco Riccardi – abbiamo non poche difficoltà, nell’abitato e nelle periferie, perché c’è chi ha preso l’abitudine di abbandonare rifiuti solidi urbani. Il caldo e la presenza nutrita di villeggianti rendono questo turpe atteggiamento ancora più diffuso ed evidente a Siponto”.
L’Amministrazione ha pensato di correre ai ripari e frenare le pulsioni incivili dei pochi che danneggiano i tanti e lo ha fatto anche approntando un protocollo d’intesa che “scaturisce dalla necessità di avere supporto, dall’associazionismo in genere e dal volontariato, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti”, aggiunge il primo cittadino. “Un’iniziativa in linea con le attività di educazione tutela ambientale che stiamo svolgendo in questi mesi. La raccolta differenziata è un atto di civiltà, utile per preservare l’ambiente, e noi continuiamo in questa direzione, senza tentennamenti e con l’auspicio di migliorare i livelli qualitativi della raccolta, al momento intorno al 62%: il dato, in assoluto, migliore di tutta la provincia di Foggia, che assume ancora maggiore valenza perché l’Ase è una delle poche aziende in house ancora partecipate con capitale pubblico”
“Il territorio comunale è, purtroppo, interessato dal fenomenodell’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni specie. Tali condotte, inquinando l’ambiente circostante o esponendolo al relativo pericolo, comportano gravi conseguenze per la salute dei cittadini e per il benessere delle generazioni future. L’Amministrazione, al fine di contrastare questo problema, ha scelto di intervenire per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto dell’ecosistema, delle sue bellezze e delle inestimabili risorse da esso espresse, ma anche per intensificare
la vigilanza e il controllo del territorio e prevenire o, comunque, punire gli illeciti ambientali. Resto dell’avviso che la prevenzione e l’educazione – il punto di vista dell’assessora all’Ambiente della Città di Manfredonia, Innocenza Starace – sortiscano effetti ben più significativi e duraturi rispetto alla repressione, per quanto non abbiamo trascurato quest’ultimo aspetto e stiamo acquisendo i preventivi per posizionare una serie di fototrappole nei luoghi più interessati dagli abbandoni. Ho notato, va detto e sottolineato, una grande disponibilità da parte del ‘mondo del volontariato’ che, alla luce del momento che stiamo vivendo, riveste un ruolo ancora più importante del solito per la nostra città. Il protocollo, perciò, sta unendo le persone attive e sensibili di Manfredonia: le Guardie Zoofile Ambientali di FareAmbiente, le associazioni PASER ‘F. Imhoff’’, ‘Arcobaleno Noi, Voi, Insieme’, ‘Sant’Orsola’, ‘APS Quadrifoglio’ e ‘Arte in Arco’.
Alcune associazioni, infatti, lo hanno firmato in questi ultimi giorni e altre si stanno aggiungendo: nuove realtà che potranno portare giovamento alla città ed a tutti coloro che vi dimorano”.
“Ci auguriamo e ci aspettiamo che si raggiunga una maggiore attività sinergica sul territorio, al fine di evitare gli abbandoni incontrollati di rifiuti”, conclude il sindaco Angelo Riccardi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+