Manfredonia, torna in carcere lo scafista già arrestato nell’operazione “coast to coast”

Manfredonia, torna in carcere lo scafista già arrestato nell’operazione “coast to coast”

MANFREDONIA – La polizia ha eseguito nei confronti di Del Bravo Ciro 48enne del luogo, un provvedimento di sospensione degli arresti domiciliari e contestuale restrizione presso la casa circondariale di Foggia.

Il provvedimento è scaturito in seguito alla segnalazione fatta all’autorità giudiziaria, in quanto Del Bravo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, il 30 dicembre 2016 in occasione  di un controllo da parte degli agenti, non è stato trovato presso la sua abitazione.

Del Bravo Ciro era stato tratto in arresto il 12 giugno 2014, in concorso con un cittadino albanese, perché sorpreso alla guida di un motoscafo in acque internazionali, mentre trasportava 1080 chili di marjuana, ed era diretto verso la baia San Felice di Vieste.

Dopo l’arresto in flagranza, Del Bravo Ciro, è stato processato e detenuto presso la casa circondariale di Foggia per due anni, al termine dei quali gli sono stati concessi gli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Manfredonia.

L’arresto di Del Bravo rientrava in una più vasta indagine portata a termine dalla polizia lo scorso 1 febbraio 2017, con l’operazione denominata “Coast to Coast”, che ha portato all’arresto di 13 persone, con l’accusa di far parte di un sodalizio italo-albanese dedito all’importazione di ingenti quantitativi di stupefacente dall’Albania.

Al termine delle formalità di rito, Del Bravo Ciro è stato condotto presso il carcere di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display