Margherita, pesca abusiva: sequestrati cinque impianti

Operazione dei forestali impegnati nella tutela della fauna selvatica e del territorio

 pescabusiva

MARGHERITA DI SAVOIA – Cinque impianti per la pesca abusiva sono stati sequestrati dal Corpo forestale dello Stato nell’ambito dell’operazione a tutela del territorio e della fauna selvatica nell’area della Riserva naturale dello Stato. Le aree localizzate,nelle vasche 7 , 5 e 3 delle saline di Margherita di Savoia, erano impegnate per la pesca abusiva attraverso bertovelli ( attrezzi per la cattura di anguille) e reti da sbarramento. L’attività ha portato al sequestro di un natante (piccola imbarcazione di 3,5 mt usata per la pesca), di due bertovelli, 20 metri di rete da sbarramento, diversi capitoni liberati sul posto, due telai a porte con rete di sbarramento. Sono in corso indagini approfondite per risalire ai responsabili. Le aree individuate rientrano nei Comuni di Zapponeta, Trinitapoli, Margherita di Savoia. L’attività di controllo del territorio per la repressione dei reati a danno dell’ambiente e degli Habita naturali ed i Siti di interesse comunitari (Sic- Zps)  rientra tra le attività programmate del Corpo forestale dello Stato.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+