Mattinata, tentato omicidio: fermati due fratelli Vaira

Mattinata, tentato omicidio: fermati due fratelli Vaira

MATTINATA – I carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per concorso in tentato omicidio due fratelli di Mattinata, Vaira Marco, classe 1998, e Michele, classe 1990.
La notte del 4 ottobre, dopo la mezzanotte, una pattuglia, allertata da personale sanitario del “118”, si è recata presso un bar ubicato nel centro del piccolo comune garganico, dove era stato segnalato l’accoltellamento di un giovane ad opera di due individui ignoti. Giunti sul posto, i militari hanno potuto constatare che personale sanitario stava prestando le prime cure ad 26enne che era seduto all’interno dell’esercizio commerciale e presentava una ferita da punta e taglio all’altezza della zona lombare. La vittima è stata trasportata con l’ambulanza, in codice rosso, presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza per gli ulteriori accertamenti sanitari e le cure del caso.
Le immediate indagini avviate dai carabinieri hanno consentito di appurare che il ferito, che era con amici all’interno del bar, è stato chiamato fuori dai fratelli Vaira a seguirlo fuori mentre Michele lo ha distratto distraeva con futili motivi, Marco lo ha accoltellato alle spalle.
Appresa la notizia, i carabinieri, dopo aver ispezionato invano i luoghi dell’accoltellamento alla ricerca dell’arma bianca utilizzata, si sono messi sulle tracce dei due fratelli che si erano dati alla fuga, sorprendendoli presso la loro abitazione, poi sottoposta a perquisizione.
Grazie alle dichiarazioni della vittima si è potuto ricostruire la dinamica dei fatti, il quale ha precisato di essere stato colpito con un coltello a serramanico con manico scuro che aveva visto cadere immediatamente dopo il fendente, prima che evidentemente venisse fatto sparire.
Al termine delle operazioni, in considerazione della gravità dei fatti, dei gravi indizi di colpevolezza raccolti e valutato il fondato pericolo di fuga, i fratelli Vaira, Marco e Michele, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per concorso in tentato omicidio e tradotti presso il carcere di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display