Milano, i Cantori di Carpino protagonisti del “One Night Puglia” alla Bit 2017

Milano, i Cantori di Carpino protagonisti del “One Night Puglia” alla Bit 2017

MILANO – I Cantori di Carpino ambasciatori della musica popolare pugliese insieme all’Orchestra Notte della Taranta all’evento “One Night in Puglia”, in programma a Milano il 3 aprile 2017 nell’ambito della BIT – Borsa Internazionale del Turismo – Edizione 2017. Un appuntamento dedicato agli imprenditori pugliesi e buyer internazionali del turismo, presenti nel capoluogo lombardo in occasione dell’evento fieristico tra i più importanti del calendario internazionale.
La prima fase dell’evento del 3 aprile sarà dedicata al networking. Un’occasione per conoscere ed incontrare le imprese presenti ma anche per avere informazioni su PIN – “Pugliesi Innovativi”, l’iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI Puglia; le opportunità per il sistema musicale pugliese di “Puglia Sounds” e quelle del settore turistico di “We Are in Puglia”. L’evento proseguirà, alle ore 21.30 (Arome Lifestyle Event Fashion Food, via Melloni 9), con il concerto dei Cantori di Carpino e l’Orchestra Notte della Taranta. Una fusione tra la tarantella garganica e la pizzica salentina in un sound unico, quello della tradizione di Puglia.
Una esperienza per il gruppo musicale di riferimento della cultura popolare garganica, erede della tradizione dei maestri Andrea Sacco, Antonio Piccininno e Antonio Maccarone. Melodie e parole nel solco dello “stile alla carpinese” che, da decenni, i musicisti garganici portano in giro  in Italia e all’estero. «Negli ultimi anni — commenta Nicola Nicola Gentile –, la formazione ha registrato cambiamenti, ricambi generazionali perlopiù, ma la musica è rimasta la stessa. Pura. La musica che suoniamo è stata tramandata da trecento anni a questa parte e noi giovani l’abbiamo saputa conservare così com’è nata». Un percorso fatto da tanti momenti e progetti. «Oserei dire non solo musica – aggiunge Gentile – sebbene resti la nostra principale attività di ricerca. Stiamo puntando la nostra attenzione sulla cultura popolare che rende il nostro territorio uno scrigno indescrivibile di ricchezze. Un percorso che va dalla liuteria, e quindi l’artigianato, ai mestieri, alla letteratura orale che i nostri “padri maestri” ci hanno lasciato e su cui stiamo intensificando i nostri impegni. Suonare è importante ma è anche necessario capire e tutelare il mondo in cui questa arte ha avuto la sua genesi e si è sviluppata».
Ora l’ennesima esperienza di qualità in un contest di straordinaria importanza qual è la Bit. «Una vetrina importante – conclude Nicola Gentile – per noi e l’Orchestra Notte della Taranta. Ma anche un compito delicato, convinti che l’incarico affidatoci rappresenti un momento di straordinaria importanza per la Puglia e il Gargano».

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+