Milano, maltratta l’ex moglie: foggiano torna in carcere

Nonostante fosse in libertà condizionata ha continuato a perseguitare l’ex moglie

MILANO – Non accettava la fine del suo matrimonio. Nonostante fosse in libertà condizionata, per via di un programma riabilitativo in seguito ad una condanna a due anni per maltrattamenti, continuava a perseguitare l’ex moglie. E’ un foggiano di 50 anni, residente a Milano, che lo scorso mese di novembre si è presentato armato di mazza da baseball per aggredire la donna. Arrestato e condannato a due anni e al divieto di avvicinamento alla donna, la pena è stata sospesa con la condizionale per permettergli di seguire un programma terapeutico. Ma dopo l’ennesimo episodio, il 50enne è stato bloccato dalla polizia e ricondotto in carcere. 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+