Monte S.Angelo, il Parco del Gargano è “maggiorenne”

Fino al 7 giugno festa alle Isole Tremiti, con tanti bambini e ragazzi

 

pecorella

 

MONTE SANT’ANGELO – Diciotto anni tra natura e storia. Il Parco nazionale del Gargano diventa “maggiorenne”. Domani l’Ente Parco, presieduto da Stefano Pecorella (nella foto), festeggerà questo importante traguardo alle Isole Tremiti con i “grandi” di domani, ovvero i 250 scolari vincitori di “ParcoGiochi”, il primo progetto di educazione ambientale che ha coinvolto diversi istituti scolastici dell’area protetta garganica. Ad accogliere i nostri bambini ci saranno i 400 studenti della Bimed (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, presieduta da Andrea Iovino) che, con la manifestazione “W i bambini” organizzata con il Parco del Gargano,  concluderà, per il 4° anno consecutivo alle Diomedee, il proprio percorso annuale imperniato sulla scrittura creativa con temi ambiente e legalità. Dunque, dal 4 al 7 giugno il Gargano diventa laboratorio e forum nazionale su tematiche centrali nell’attualità e nella quotidianità. 
I giovani esploratori, in classe sotto la guida degli esperti del parco, attraverso i laboratori e, infine, con uscite sul campo nei Centri Visita del Parco, a Lesina, San Marco, Monte Sant’Angelo e presso l’Oasi del Lago Salso, hanno scoperto il Parco con le sue bellezze naturalistiche, i suoi organismi vegetali e animali, li suoi patrimoni architettonici in un cammino condiviso di educazione all’ambiente marino e allo sviluppo sostenibile.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+