Monte Sant’Angelo, seconda tappa di Festambiente Sud con Paolo Fresu 4 concerti, 3 archeocene, 2 simposi, un convegno e 3 visite guidate

<span class="entry-title-primary">Monte Sant’Angelo, seconda tappa di Festambiente Sud con Paolo Fresu</span> <span class="entry-subtitle">4 concerti, 3 archeocene, 2 simposi, un convegno e 3 visite guidate</span>

Monte Sant’Angelo – Sarà intitolata “Il bene è culturale” l’edizione 2017 di FestambienteSud, l’ecofestival di Legambiente per le questioni meridionali e la qualità culturale del territorio, che si svolge per il 13° anno a Monte Sant’Angelo. Dopo il successo della tappa estiva, dal 7 al 10 dicembre nella città sede di due siti Unesco arriva la tappa invernale con concerti, conferenze, visite ed archeocene.

Il festival è stato presentato a Bari nella sala stampa della presidenza della Regione Puglia, alla presenza dell’assessore regionale all’industria culturale e turistica Loredana Capone, del sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo e del direttore di FestambienteSud Franco Salcuni.
Il programma comprende quattro concerti scelti da Paolo Fresu e numerosi eventi culturali: tre visite, due simposi, un dibattito e tre archeocene. Grazie alle politiche culturali della Regione Puglia e all’assessorato di Loredana Capone il festival può continuare a crescere. Tra le novità di quest’anno anche un progetto speciale Agri.Cultura, per la valorizzazione culturale del cibo e dell’agricoltura, realizzato di concerto con l’assessorato all’agricoltura della Regione Puglia.
Ricco il programma degli appuntamenti.
Gli incontri spaziano dalla Agri.Cultura del 7 dicembre, evento di apertura, agli itinerari culturali e beni Unesco che sono oggetto del ricchissimo convegno in programma nella mattinata del 9 dicembre che si concluderà con la presentazione del libro “Alla scoperta della Green Society” curato da Vittorio Cogliati Dezza.
Quattro i concerti in programma: dal veterano della fisarmonica Gianni Coscia che mette in scena uno spettacolo di parole e musica in omaggio a Umberto Eco, suo amico di sempre (7 dicembre), ai giovani jazzisti che Paolo Fresu ha raccolto attorno al progetto “Lumina”, dedicato alla luce (8 dicembre); dal monumentale Jazzy Christmas del Paolo Fresu Quintet con Daniele di Bonaventura (9 dicembre) alla chiusura in rosa della bravissima Debora Petrina, con il suo ultimo lavoro Be Blind (10 dicembre).
Molto curata la presenza della cucina a FestambienteSud, specie con le Archeocene che, in tre appuntamenti a cura dell’associazione Archeo Food di Paolo Braconi e Marino Marini e del ristorante Medioevo, presenteranno il cibo dei pellegrini (il 7 dicembre) e le migliori ricette di epoca longobardo-bizantina (8 dicembre) e normanno-sveva (9 dicembre).
Non mancheranno le visite guidate alle chiese inedite e alle botteghe di Monte Sant’Angelo e lungo i sentieri dei pellegrini in agro di San Giovanni Rotondo.
Come appendice tematica di FestambienteSud nasce una nuova esperienza, FestambienteSud della Francigena, che si svolgerà dal 15 al 21 dicembre col sostegno di Pugliapromozione, progetto di eccellenza dei Monti Dauni. Sarà un festival itinerante interamente percorso a piedi da Celle San Vito a Monte Sant’Angelo, diretto musicalmente da Giovannangelo De Gennaro che, in sei tappe con una compagnia di camminatori molto particolari, animerà il percorso con musiche, letture e momenti di confronto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+