Orta Nova, fermata banda specializzata in furti d’auto

Orta Nova, fermata banda specializzata in furti d’auto

ORTA NOVA – I carabinieri del nucleo investigativo, grazie ad una lunga e articolata attività di indagine, hanno individuato una banda, composta da Nicola Sinisi, Antonio Battaglini, Angelo Santoro e Michela Labellarte, dedita alle estorsioni con la tecnica del “cavallo di ritorno”.
In particolare le indagini  facevano emergere che Nicola Sinisi era il capo della banda che commissionava i furti per poi estercere denaro alle vittime con il metodo del “cavallo di ritorno”, il cui ricavato si aggirava intorno ai 2.000 euro per ogni macchina restituita.
Sinisi si serviva per organizzare il suo piano di Antonio Battaglini, che dimostrava particolare spregiudicatezza, violando anche la misura cautelare degli arresti domiciliari a cui si trovava sottoposto pur di commettere il furto di un’autovettura.
Gli altri soggetti coinvolti sono Angelo Santoro che ha restituito un’auto dopo il pagamento del “riscatto” e di Michela Labellarte, moglie di Nicola Sinisi , che aveva avuto un suo ruolo attivo nelle trattative per la restituzione di un mezzo. Un ultimo elemento emerso dall’indagine e che a Sinisi  spesso si rivolgevano direttamente le persone derubate per cercare di rientrare in possesso della refurtiva.
Per questi illeciti sono finiti in carcere Nicola Sinisi e Antonio Battaglini, mentre sono ai domiciliari Angelo Santoro e Michela Labellarte.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display