Orta Nova senza acqua: monta la protesta

Il sindaco Calvio scrive al direttore generale dell’Aqp


ORTA NOVA – Sono già trascorsi tre giorni in cui particolarmente ai piani più alti non si riesce ad avere un’erogazione sufficiente e continua, ancor più indispensabile a causa dell’ondata di gran caldo che ha colpito anche la nostra città”. In una lettera al direttore generale dell’Acquedotto Pugliese, il sindaco Iaia Calvio manifesta il “grande rammarico e ancor più grande disappunto per i tanti disagi provocati alla comunità di Orta Nova a causa di non meglio precisati lavori in corso sulla rete di adduzione dell’acqua nelle nostre case e aziende”. Calvio lamenta “la pressoché totale mancanza di informazioni coerenti e corrette sui lavori in corso, sulle finalità e sui tempi di esecuzione degli stessi. Il Comune non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale e formale, contrariamente a quanto sostenuto dai vostri operatori telefonici, così come agli amministratori pubblici e ai cittadini che si sono rivolti ai vostri uffici sono state fornite notizie frammentarie e imprecise. Come può comprendere e immaginare, l’Amministrazione comunale non è stata messa nelle condizioni di operare al meglio in una situazione che sta diventando emergenziale; per conseguenza, i cittadini hanno scaricato sull’Amministrazione comunale responsabilità inesistenti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+