Orta Nova, vi crivelliamo di colpi in bocca: così agiva Gaeta

Orta Nova, vi crivelliamo di colpi in bocca: così agiva Gaeta

Orta Nova – Stamattina, presso la caserma dei carabinieri di Cerignola, si è costituito Francesco Gaeta (cl. ’56). L’esponente dell’omonimo clan ortanovese era stato colpito da una misura cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Foggia per associazione a delinquere ed estorsione, ma all’atto dell’esecuzione era risultato irreperibile.

Le misure restrittive nei confronti di dieci persone – tre in carcere e sette ai domiciliari – erano giunte al termine di un’indagine avviata e condotta interamente dai Carabinieri della Compagnia di Foggia a seguito di un’estorsione denunciata dai titolari di una farmacia agricola, che, venduti notevoli quantitativi di prodotti a personaggi conosciuti come ‘vicini’ ad esponenti della criminalità di Orta Nova, si erano visti saldare l’ingente credito con alcuni assegni bancari, salvo poi essere costretti, con percosse e violente minacce da parte di questi ‘clienti’, a non incassarli.

A quanto pare le minacce era del tipo “… uè, pezzo di m[…], vai in banca a ritirare l’assegno, oppure coprili tu, sennò ti spacchiamo la faccia … vi crivelliamo di colpi in bocca a tutti e due … bastardi, stasera vi vengono a sparare in bocca a tutti e due … vai a prendere il coltello che lo devo uccidere a questo bastardo …”.

Ora è ristretto nel carcere di via delle Casemette.

No Banner to display