Rodi, “avvertito” anche il nuovo vicesindaco

Vandali in azione presso la cappella di famiglia di Carlo Vallese, rinvenuti anche 2 bossoli di una pistola calibro 7.65

RODI GARGANICO – Non c’è pace per gli amministratori di Rodi Garganico. Atti vandalici sono stati compiuti nella cappella di famiglia di Carlo Vallese, da pochi giorni vicesindaco, dopo le dimissioni per diversi motivi di Pino Veneziani (anch’egli vittima di avvertimenti) e Giuseppe Tavani.  Inoltre, sono trovati 2 bossoli di una pistola calibro 7.65. I vandali hanno rotto tutte le vetrate e la porta di ingresso. E’ stata anche sfregiata e deturpata la lapide del loculo del padre. A denunciare tutto ai carabinieri è stato lo stesso Vallese. Rodi  e i suoi amministratori da alcuni mesi nel mirino della criminalità. Da ricordare anche le fucilate contro l’abitazione di Carmine D’Anelli, ex sindaco di Rodi Garganico e attuale consigliere provinciale.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+