Roma, soppressione tribunali: Bordo (Pd) bacchetta il Governo Monti

“Correggere gli errori per fronteggiare la cancellazione delle sedi giudiziarie in territori particolari”

LUCERA – “E’ urgente riattivare il confronto tra Governo e Parlamento per correggere gli errori commessi con la cancellazione delle sedi giudiziarie che operano in territori in cui lo Stato fronteggia gli attacchi più violenti della criminalità”. Lo afferma Michele Bordo, deputato del Pd, prima dell’incontro con i rappresentanti del Comitato per la difesa della legalità in Capitanata, oggi a Roma insieme a tutti gli organismi civici costituitisi nelle città che hanno subito il taglio dei tribunali. “Dobbiamo ripartire dal parere unanime delle commissioni giustizia di Camera e Senato sull’opportunità di mantenere attive buona parte delle sedi soppresse, compresa quella di Lucera – continua Bordo – Il confronto deve poi allargarsi alle sedi distaccate perché alcune di queste sono importanti come un Tribunale. Nelle aree interne e montane o dove la criminalità predatoria e mafiosa è particolarmente pervasiva, gli uffici giudiziari evitano disagi ai cittadini e contribuiscono a farli sentire più sicuri. La giustizia deve costare meno e diventare più efficiente – conclude Bordo – Obiettivi che devono essere raggiunti rafforzando i presidi di legalità e sicurezza e non eliminandoli”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+