San Giovanni, scoperto il gene che aumenta il rischio di malattia coronarica

Ad identificarlo i ricercatori dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”

 

SAN GIOVANNI R. – Identificato un nuovo gene che gioca un ruolo significativo nell’aumentare il rischio di malattia coronarica. La scoperta è stata fatta dai ricercatori dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. L’esatto meccanismo tramite cui Glul modula il rischio cardiovascolare non è ancora noto, ma diversi dati riportati nello studio appena pubblicato suggeriscono che il suo effetto sia mediato dal ruolo svolto sul metabolismo dall’acido glutammico e dalla glutammina, due amminoacidi che, a loro volta, controllano diverse funzioni delle cellule, compresa la loro stessa sopravvivenza e sono coinvolti nella regolazione del metabolismo degli zuccheri e nell’azione dell’insulina. La scoperta del nuovo gene, denominato Glul, è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista “Journal of American Medical Association”.

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+