San Marco in L., servizio Adi: 18 lavoratori senza stipendio da mesi

Denuncia della Fisascat Cisl di Foggia, sono dell’Ambito territoriale  del Piano sociale di zona

fisascat

 

SAN MARCO IN LAMIS – Si aggrava il disagio dei lavoratori del servizio di assistenza domiciliare sociale dell’Ambito territoriale  del Piano sociale di zona di San Marco in Lamis (comprende anche Giovanni Rotondo, San Nicandro Garganico e Rignano Garganico). A denunciarlo è la Fisascat Cisl di Foggia.  “Come sindacato, da tempo denunciamo – afferma il segretario generale della Fisascat Cisl,  Leonardo Piacquaddio – le gravi difficoltà delle 18 unità lavorative  impegnate nel servizio, che , da mesi, non percepiscon0 le retribuzioni ferme ormai ad agosto 2013,  senza che si intraveda una soluzione al problema.  La Fisascat di Foggia, in più occasioni, ha sollecitato l’ATI con la Coop. Servizi Multipli Integrati, quale capogruppo della stessa, a regolarizzare la situazione di arretrato stipendiale nel più breve tempo possibile.  Il rappresentante legale ha evidenziato che la cooperativa non è più in grado di anticipare gli stipendi a tutte le 18 unità lavorative, in quanto la Committenza, col Comune capofila di San Marco in Lamis, ha un arretrato a favore della cooperativa stessa che risale al giugno 2013”. La Fisascat Cisl di Foggia ha chiesto alla prefettura di convocare un incontro, alla presenza della Cooperativa Servizi Multipli Integrati, dei sindaci dei Comuni interessati e dell’assessore al welfare della Regione,  Elena Gentile”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+