San Nicandro, marijuana tra gli ulivi: due arresti

Sequestrato dai forestali oltre un chilo di cannabis sativa con relativo impianto di essiccazione

 oliveto1

 

SAN NICANDRO G. – Si sono avvalsi sia di tecniche investigative tradizionali, che di strumentazione tecnologica, quali apparecchi di video-ripresa, occultati ad arte nella vegetazione, consentendo così di monitorare la piantagione di cannabis e le relative attività di coltivazione. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno arrestato due persone e sequestrato un chilo e cento grammi di cannabis sativa l’equivalente di 160mila dosi, che sul mercato avrebbero fruttato circa 600mila euro di introiti alla malavita della zona, con relativo impianto di essiccazione. Gli uomini del Nucleo investigativo del comando provinciale di Foggia, coadiuvati dai reparti territoriali hanno rinvenuto due piantagioni di cannabis all’interno di un uliveto in stato di abbandono, in località “Piana di Sagri-Saggese”. Le piante (in tutto 250 con altezza variabile dai cinquanta centimetri ai due metri)  erano in ottime condizioni vegetative e ben occultate nella fitta vegetazione.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+