San Nicandro, raccolta differenziata: è caos

Denuncia del locale Pd: “Pianificazione pressoché assente da ogni punto di vista”

 

SAN NICANDRO G. – Lo scorso 14 ottobre è iniziato a San Nicandro Garganico il “porta a porta” per implementare il servizio di raccolta differenziata, “ma con una pianificazione pressoché assente da ogni punto di vista – denunciano dal circolo cittadino del Pd. Se è vero che l’utenza incontra enormi difficoltà a reperire anche le informazioni basilari per le modalità di differenziazione e in molte zone della città i mastelli dei rifiuti non vengono affatto ritirati”. Forti, dunque, le perplessità del Pd. “Non si comprende il motivo per cui ci si è catapultati di tutta fretta in questa, seppur necessaria, avventura – si chiedono da Pozzo Bove, come spiega Matteo Vocale, segretario cittadino e capogruppo Pd in consiglio comunale – se risulta assente, data l’evidenza, qualsiasi tipo di pianificazione che vada nella direzione di informare correttamente i cittadini e arrecar loro il minor disagio possibile per stimolarli nell’impresa. Al contrario, la buona volontà dei degli utenti, in più occasioni, va a scontrarsi con la superficialità con cui viene implementato un servizio così importante e serio. Non è tollerabile, ad esempio, che dall’avvio della distribuzione dei mastelli fino ad oggi, siano stati divulgati tre volantini informativi differenti tra loro nella descrizione logistica e nel calendario, causando smarrimento e avvilimento in quanti, con la differenziata, vanno incontro ad un mutamento rilevante delle loro abitudini quotidiane”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+