San Severo, blitz in uno sfascio: maxi sequestro di rame

Denunciato per ricettazione il titolare dell’azienda

 rmss

SAN SEVERO  – Quindici tonnellate di rame, costituto non solo da cavi elettrici ma anche da grondaie rubati presso cantieri edili, 20 tonnellate di tombini di proprietà del Consorzio di Bonifica della Capitanata, 12 tonnellate di tubi zincati per l’irrigazione, rubati da aziende agricole, 33 tra statue e fioriere, in bronzo e ottone, rubati da cimiteri, 2 tonnellate di guard rail rubati lungo le strade della Capitanata, una tonnellata di supporti per binari ferroviari. E’ quanto hanno sequestrato i finanzieri della compagnia di San Severo in un centro di autodemolizione.  Tutto il materiale ferroso, 50 tonnellate complessive, è stato riconosciuto da funzionari di Enel, Ferrovie dello Stato e del Consorzio di Bonifica della Capitanata di loro proprietà. Il titolare dell’azienda, un 35enne, è stato denunciato per ricettazione.

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+