San Severo, “cavallo di ritorno”: un arresto

Avrebbe chiesto 3mila euro per restituire il rimorchio rubato ad un imprenditore

dellafs

 

SAN SEVERO – “Cavallo di ritorno”. Nuovo caso a San Severo, finito con l’arresto del presunto autore, grazie alla denuncia della vittima. A finire in manette, con l’accusa di estorsione, Silvio Della Fazia, 28enne. La vittima è un imprenditore che ha subito il furto di un rimorchio del valore di 40mila euro. Contattato telefonicamente, all’imprenditore  sono stati chiesti 3mila euro per la restituzione del mezzo. Ha così avuto inizio una trattativa portata avanti con una serie di comunicazioni telefoniche al termine delle quali gli estorsori, dopo aver minacciato di tagliare il mezzo per ricavarne materiale ferroso da rivendere se non fossero state assecondate le loro richieste, hanno dato appuntamento alla vittima in un capannone industriale abbandonato (ex Paf Legno), nei pressi del casello autostradale di San Severo.
Le fasi della trattativa sono state monitorate dai carabinieri, con i quali l’imprenditore ha subito instaurato un rapporto di fiducia. Il giorno della consegna del denaro c’erano i militari. Della Fazia è fuggito, ma è stato rintracciato e fermato poco dopo nei pressi della sua abitazione dove, al termine di un’approfondita perquisizione, i carabinieri hanno trovato la felpa indossata dal giovane quando si è impossessato del denaro e sulla quale c’erano ancora tracce di polvere sollevatasi dai campi durante le concitate fasi della fuga.

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+