San Severo, crisi edilizia: alta tensione

L’Ugl: “Il comparto è al collasso, urgono interventi”

 

SAN SEVERO – L’irruzione durante il consiglio comunale, l’incontro con il prefetto di Foggia. I disoccupati  edili di San Severo stanno manifestando in tutti i modi il difficile momento in cui si stanno trovando a vivere.  “La tensione sociale è ormai arrivata alle stelle e rischia di far esplodere una vera e propria bomba”. Con queste parole interviene il segretario territoriale Ugl Foggia, Gabriele Taranto, a conclusione degli incontri tra organizzazioni sindacali, Amministrazione comunale e prefetto di Foggia per trovare una soluzione alla crisi del settore delle costruzioni. Una soluzione che, continua a ribadire con forza l’Ugl, può arrivare dai lavori non stagionali per la riqualificazione urbana di San Severo che stanno per partire.
“Il comparto edile di San Severo al collasso, è necessario rimboccarsi le maniche per salvare e rilanciare uno dei comparti trainanti della nostra economia che, se in buona salute, dà di che vivere a centinaia di famiglie. E bisogna sbrigarsi, i tempi sono stretti”. Taranto plaude “all’impegno dimostrato dal prefetto Luisa Latella che fin dall’inizio sta attenzionando la questione e si è impegnata a convocare le parti per giungere ad una rapida ed efficace risoluzione. Una soluzione che, l’Ugl ribadisce con forza, deve contemplare il reintegro della platea dei lavoratori storici dell’edilizia, quelli che grazie all’alto profilo professionale vengono richiesti da tutta Italia”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+