San Severo, emergenza criminalità: il sindaco Miglio contattato dal Ministero dell’Interno

San Severo, emergenza criminalità: il sindaco Miglio contattato dal Ministero dell’Interno

SAN SEVERO – Sulla emergenza criminalità in città e sul perdurare dello sciopero della fame attuato da tre giorni dal sindaco Francesco Miglio e da tutti i componenti la Giunta municipale, il primo cittadino ha ricevuto un’importante telefonata dal prefetto Mario Morcone, capo di gabinetto del ministro dell’Interno Marco Minniti.
“Il prefetto Morcone – ha dichiarato il sindaco Miglio – mi ha riferito che il ministro Minniti è a conoscenza della nostra civile forma di protesta e di richiesta di attenzione da parte del Governo e che sono già intercorsi contatti con il questore di Foggia Piernicola Silvis. Nel corso della giornata di lunedì il prefetto Morcone riferirà al Ministro gli esiti dei colloqui avuti con la nostra Amministrazione comunale e con il questore di Foggia e la nostra richiesta di audizione con il Ministro al fine di esplicitare le nostre proposte. Mi è stato anche riferito che lo stesso Ministro sta seguendo anche mediaticamente l’evolversi della situazione nella nostra città e che è già stato informato della volontà della Polizia di Stato di svolgere a San Severo la Festa provinciale della Polizia stessa il prossimo 10 aprile. Si tratterebbe, ove confermato, di una occasione di grande rilevanza, un primo segnale di particolare attenzione e sensibilità verso il nostro territorio, e di ciò sento subito di ringraziare il questore Silvis per la disponibilità e per il pensiero avuto nei confronti della nostra comunità. Auspichiamo che alla Festa della Polizia, ove si svolgesse a San Severo, ci sia la partecipazione anche del Ministro, al quale durante l’audizione che ci sarà concessa, estenderemo proprio questo nostro auspicio. La Festa della Polizia e la presenza del ministro Minniti rappresenterebbero una occasione importante per un confronto serio e programmatico sul delicato tema della sicurezza, non solo con l’Amministrazione comunale e tutte le forze politiche consiliari, ma anche con le organizzazioni di categoria, i commercianti, i cittadini tutti. Insomma – conclude il sindaco Miglio – il nostro territorio sta ricevendo in queste ore i primi incoraggianti segnali di attenzione, che naturalmente poi dovranno essere confermati nei fatti e nelle iniziative che il Governo vorrà assumere”.
Lo sciopero della fame del sindaco Miglio e degli assessori continuerà sino a quando non sarà comunicata la data della audizione presso il Ministero dell’Interno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display