San Severo, Fabrizio Frizzi nel 2003 al PalaCastellana per beneficenza

San Severo, Fabrizio Frizzi nel 2003 al PalaCastellana per beneficenza

Nella partita amichevole organizzata dal Panathlon con la Nazionale Basket Artisti

San Severo – Anche la Capitanata ha conosciuto il grande cuore di Fabrizio Frizzi, popolare presentatore scomparso nella notte a Roma. Nel 2003 è stato il capitano della Nazionale Basket Artisti, che ha condiviso con il Panathlon l’organizzazione di una serata di beneficenza.

Alla vigilia della manifestazione, tenutasi al PalaCastellana, Frizzi (il primo in piedi da sinistra) fu trattenuto a Roma per una serie di interventi televisivi in occasione del terribile attentato a Nassiriya, in cui persero la vita 19 italiani.

Volle ugualmente tenere fede all’impegno. Al termine dei collegamenti televisivi, in tutta fretta si mise in macchina e viaggiò alla volta di San Severo. Arrivò al palasport all’ultimo momento, fece un velocissimo riscaldamento e si buttò nella mischia. Avendo la necessità di non rientrare tardi a Roma, per impegni di lavoro, durante la partita si decise di agevolarlo per realizzare un canestro, con cui salutare il pubblico. Ebbe due tiri liberi, che sbagliò. Allora si decise di prenderlo in braccio e avvicinarlo al canestro, per metterlo in facilissime condizioni di realizzarlo. Fu la più bella foto di tutta la manifestazione, che evidenziò il grande senso di umorismo di Frizzi.

L’evento riuscì, soprattutto, grazie alla sua presenza e alla sua sensibilità.