San Severo, il Pd “pronto” a bloccare il progetto dell’impianto rifiuti in zona Safab

San Severo, il Pd “pronto” a bloccare il progetto dell’impianto rifiuti in zona Safab

SAN SEVERO – “La vicenda “Daunia Venenum” mette a fuoco uno spaccato inquietante, drammatico, sulle connessioni tra politica, imprenditoria e criminalità organizzata. Prima di emettere un giudizio definitivo, lasceremo la vicenda faccia il suo corso e il quadro sia completo”. A dichiararlo è la segreteria cittadina del Pd di San Severo. Sulla stessa lunghezza d’onda, il portavoce della segreteria Luigi Presutto:  “Daunia Venenum” deve rappresentare un monito soprattutto per gli amministratori pubblici. Ci sono troppi appetiti sul business rifiuti. E l’unico argine a questo tipo di pericolosi intrecci è rappresentato dal controllo pubblico. Per questo continueremo a dire no all’impianto di trattamento rifiuti di via Foggia (San Severo, zona ex Safab). Un progetto affidato a privati, che, perciò solo, come evidenziano gli ultimi fatti di cronaca, non garantiscono trasparenza nei controlli, con evidente forte rischio di permeabilità da parte di corruttela ed infiltrazioni criminali. Per questo, il Pd di San Severo sostiene e sosterrà sempre ogni iniziativa tesa a bloccare questa tipologia di impianto. Questo progetto va fermato”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+