San Severo, l’emergenza criminalità approda in parlamento

San Severo, l’emergenza criminalità approda in parlamento

SAN SEVERO – Il capogruppo del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati, l’onorevole Pino Pisicchio, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al Ministro dell’Interno, il senatore Minniti.
Nelle sue premesse il parlamentare sottolinea che “ha destato una grande impressione nella pubblica opinione nazionale la vicenda dell’incendio della baraccopoli situata tra  Rigano Garganico e San Severo, costata la vita a due persone e, nelle ultime ore, anche l’ inquietante episodio di criminalità verificatosi ancora nel grosso centro agricolo dauno, con una ennesima rapina armano armata compiuta da due malviventi a viso coperto”. Pisicchio, inoltre, prosegue ricordando che “per gettare una luce sulla emergenza criminalità a San Severo, il sindaco intraprese il 23 febbraio uno sciopero della fame, come segno di reazione civile ad una recrudescenza della criminalità che aveva fatto registrare, nella sola giornata precedente, quattro rapine messe a segno a danno dei cittadini sanseveresi”. Infine il parlamentare sottolinea: “come si può immaginare i cittadini sono allo stremo anche per la percezione di un abbandono del territorio  alla criminalità in assenza di segnali forti da parte dello Stato centrale”. Pertanto il parlamentare chiede “di sapere quali urgenti interventi il Ministro intenda adottare per sovvenire alla necessità di sicurezza che viene dalla popolazione di una città con oltre 60.000 abitanti, piegata da una criminalità che sta minando le regole fondamentali della convivenza civile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+