San Severo, lite tra connazionali: ucciso rumeno

Si chiamava Yoan Marcel Balan, futili motivi alla base dell’omicidio

 

SAN SEVERO – Ucciso con un pugno, nascondendo nella mano un oggetto appuntito, al termine di una lite con un connazionale, forse per futili motivi, in località “Coppa Ruca”, nei pressi della statale “16”. E’ morto così oggi pomeriggio Yoan Marcel Balan, 33enne rumeno, bracciante agricolo, in Italia senza fissa dimora. L’assassinio è accaduto intorno alle 14. Ad allertare i carabinieri una segnalazione anonima giunta al “118”. I carabinieri del comando provinciale di Foggia e della compagnia di San Severo hanno ascoltato numerosi rumeni. Dalle prime indagini è emerso che i due braccianti agricoli erano amici di lunga data e avrebbero avuto una discussione legata a questioni lavorative. L’aggressore accusava la vittima di avergli fatto perdere una giornata lavorativa. Il 33enne è stato colpito all’altezza della giugulare. Un colpo costatogli la vita: Balan è morto dissanguato. Dell’omicida nessuna traccia finora.

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+