San Severo, musical del Gen Rosso al Palasport Borsellino e Falcone

San Severo, musical del Gen Rosso al Palasport Borsellino e Falcone

SAN SEVERO – Il musical del Gen Rosso si terrà il prossimo sabato 11 marzo nel Palasport comunale Borsellino e Falcone di viale Castellana. L’evento gode del patrocinio del Comune di San Severo. “Il gruppo internazionale Gen Rosso tocca nel suo tour diverse città italiane – dichiara il sindaco Francesco Miglio – portando in scena le storie di giovani alle prese con le scelte e i drammi dell’umanità di oggi”. Nato da un’idea di Chiara Lubich, l’opera s’ispira a fatti realmente accaduti e arriva sulle scene dopo 10 anni di ricerca contenutistica ed artistica. Lo spettacolo infatti inizia  con un’immagine che fa riferimento ai fatti accaduti nel 2004 a Madrid, con gli attacchi terroristici alla metropolitana: un binario, che puo’ essere quello di una qualunque stazione delle nostre città, che apre la scena di Campus, una storia di ricerche, dolore, domande e riscatto che mette il pubblico davanti alle ferite più profonde del nostro tempo.
Ogni data del tour si compone oltre che dal musical, di un evento culturale che è parte del progetto “Italia per” promosso assieme al Gen Rosso, dall’Istituto Università Sophia a Loppiano. A San Severo è proposto dall’associazione Sunuterra, costituita lo scorso 15 ottobre 2016 da una ventina di soci che hanno condiviso e creduto nel progetto culturale.
“Oltre alla performance artistica – conclude il sindaco – è previsto un coinvolgimento degli istituti delle scuole superiori di San Severo e di alcune città limitrofe, Torremaggiore, San Marco in Lamis, Foggia, San Nicandro Garganico, ma anche gruppi di giovani aderenti ad associazioni, come i giovani di Casa Sankara, di “Voci fuori dal coro” di Troia”.
125 studenti  parteciperanno ai 5 Workshop (danza 1, danza2, teatro, canto e percussioni) presso le scuole e a seguire prenderanno parte ad alcune scene del Musical che verrà rappresentato la mattina dell’11 marzo esclusivamente per gli studenti e in serata per il grande pubblico. Il progetto ha preso il via con un concorso, rivolto ai giovani del territorio di Capitanata di età compresa tra i 14 e i 25 anni, per favorire la riflessione sulle possibili risposte alle diverse forme di violenza. La conclusione si terrà il prossimo 1 maggio con la premiazione di tre vincitori con un viaggio nella cittadella di Loppiano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+