San Severo, operai della “Linea Porte” senza stipendi da quattro mesi

In atto un presidio permanente davanti ai cancelli dello stabilimento 

 

 

 

 

SAN SEVEROVantano 4 mesi di stipendi arretrati e per questo motivo sono in presidio permanente davanti ai cancelli dello stabilimento. Sono i 20 dipendenti della “Linea Porte” di San Severo, che vantano 4 mesi di stipendi arretrati. La mobilitazione è stata promossa dalle segreterie provinciali di Filca Cisl e Fillea Cgil. “Non ci spieghiamo questo atteggiamento dell’azienda – denunciano sindacati e maestranze -. Per la Linea Porte c’è mercato, ci sono commesse da rispettare, eppure dai soci riceviamo solo segnali negativi”. Uno dei proprietari della ditta rivolgendosi ai lavoratori in presidio avrebbe loro detto “è inutile che state qui, tanto l’azienda la chiudiamo”. La preoccupazione di Filca e Fillea è ora rivolta alla possibilità che la Linea Porte possa portar via gli strumenti aziendali, “notiamo movimenti strani, vigileremo perché questo non accada”, affermano. Chiamando l’opinione pubblica e le istituzioni a intervenire per scongiurare la chiusura dell’attività produttiva – in una provincia che sta pagando un duro prezzo alla crisi, con oltre 4000 lavoratori in mobilità – e affinché ai lavoratori vengano quanto prima pagate le spettanze arretrate. Considerato che i ritardi stanno causando non pochi problemi e sofferenze alle rispettive famiglie, in crescente difficoltà nel far fronte ai rispettivi impegni economici quotidiani”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+