San Severo, profanate molte tombe al cimitero: la condanna del sindaco Miglio

San Severo, profanate molte tombe al cimitero: la condanna del sindaco Miglio

SAN SEVERO – Nella notte tra domenica e lunedì molte tombe del cimitero cittadino di Via Zannotti sono state profanate da ignoti: porte divelte, oggetti vari asportati, e soprattutto danni ingenti.
“Esprimiamo forte condanna – dichiara il sindaco Francesco Miglio – per un gesto che consideriamo davvero sconsiderato che per la prima volta si manifesta in una forma così ampia. Tante, tantissime le tombe che hanno subito danni, anche di grave entità. Chi ha compiuto questo atto delinquenziale non ha avuto alcun rispetto per i defunti, per l’area cimiteriale che racchiude i ricordi di tantissimi sanseveresi. Si tratta di un atto che offende la nostra memoria e quella dei nostri amici, parenti, che non ci sono più”.
L’area cimiteriale resta uno dei luoghi più cari ad ogni cittadino: “Cercheremo di potenziare il servizio di vigilanza – continua il sindaco Miglio -, magari sviluppando anche un apposito servizio di videosorveglianza, ma facciamo appello al buon senso di ttuti per evitare che simili gesti si ripetano nel futuro. Nel contempo dobbiamo registrare che, a seguito dell’ordinanza che ha disposto il blocco di ogni permesso per circolare nel cimitero, oggi il transito veicolare è davvero limitato. Siamo impegnati con l’assessore al ramo Michele Del Sordo, ad istituire un servizio navetta, in grado di condurre in tutta l’area cimiteriale i cittadini diversamente abili o con difficoltà di deambulazione in maniera tale da venire incontro in maniera seria a chi ha davvero bisogno di aiuto per rendere visita ai propri cari. L’approvazione del regolamento cimiteriale ci consentirà inoltre di rendere disponibili quanto prima un buon numero di loculi, che andranno presto riassegnati per venire incontro alle esigenze di tanti cittadini. Come presto andrà individuata la possibilità di ampliare ancora la stessa area. Insomma, qualcosa è stato fatto e qualcosa è ancora da fare, ma oggi il primo pensiero va alle tantissime tombe che hanno subito danni nella notte tra domenica e lunedì ed a quanti si sentono vilipesi per la profanazione di un luogo sacro” conclude il sindaco Miglio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display