San Severo, sette arresti per reati contro il patrimonio

San Severo, sette arresti per reati contro il patrimonio

SAN SEVERO – Sono sette gli arresti effettuati dai carabinieri di San Severo, con la collaborazione dei militari della Compagnia di intervento Operativo di Bari, nell’ambito di servizi straordinari finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio. Un cittadino di origine marocchina di 22 anni è stato arrestato perché ritenuto l’autore di una rapina messa a segno a San Paolo di Civitate ai danni di un agricoltore del posto. La vittima, mentre stava consegnando ortaggi ad alcuni esercizi commerciali del luogo, è stato avvicinato e aggredito dallo straniero con alcuni pugni al viso e dopo avergli sottratto una banconota da 20 euro, è fuggito a piedi.
Sempre a San Paolo di Civitate i carabinieri hanno arrestato un romeno di 25 anni per ricettazione dopo essere stato trovato alla guida di un furgone rubato a Ercolano, in provincia di Napoli.
A Torremaggiore, invece, un uomo di 46 anni è stato arrestato per furto di energia elettrica. Il 46enne aveva creato un allaccio abusivo, privo dei requisiti di sicurezza e quindi molto pericoloso, con il quale si era collegato alla rete elettrica pubblica alimentando la propria abitazione.
Sempre a Torremaggiore i militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due italiani di 49 e 39 anni accusati di furto di mezzi e attrezzi agricoli e ricettazione.
A San Severo, invece, due ragazzi di 29 e 20 anni sono stati arrestati dopo essere stati sorpresi alla guida di un’automobile senza assicurazione. Alla vista dei militari i due hanno tentato la fuga percorrendo a folle velocità le vie del centro. Dopo un breve inseguimento hanno abbandonato il mezzo e sono fuggiti a piedi. Ma sono stati bloccati poco dopo. Tutti gli arrestati sono ai domiciliari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display