San Severo, taglio illegale? Chi ha sbagliato paghi

E’ bufera sull’abbattimento degli alberi su viale 2 giugno

 

 

via2g

 

 

SAN SEVERO – Una vera e propria bufera si sta abbattendo su San Severo. Non dal punto di vista meteorologico. Il taglio degli alberi su viale 2 giugno sta scatenando polemiche senza fine. Ora la Regione Puglia ha deciso la temporanea sospensione delle operazioni di abbattimento degli alberi. In una nota inviata al sindaco Gianfranco Savino e a Vincenzo Lombardi, direttore dell’area di staff, il dirigente regionale del servizio di assetto del territorio, Francesca Pace, ha chiesto chiarimenti sull’abbattimento degli alberi su viale 2 giugno connessi agli interventi di rigenerazione urbana. L’intervento di Pace è stato sollecitato a gran voce nei giorni scorsi da Sel, Legambiente, Wwf e dall’Associazione Altra Città, che ora non escludono di intraprendere altre iniziative finalizzate al risarcimento dei danni causati al patrimonio comunale. In pratica il progetto presentato dal Comune di San Severo e ammesso a finanziamento non indica l’abbattimento di alberature esistenti, ma al contrario la loro integrazione con nuove piante. Dalla Regione chiedono all’Amministrazione comunale chiarimenti puntuali e dettagliati circa l’abbattimento dei pini su viale 2 giugno. In attesa di nuovi sviluppi, Regione Puglia ha deciso la temporanea sospensione delle operazioni di abbattimento degli alberi. 

Nei giorni scorsi è satta avviata anche una petizione sui social network per fermare quello che molti considerano uno scempio.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+